• 11j63oapx
  • 116lk3oapx
  • 1163oapx
  • 1163hoapx

Recupero del sottotetto

  • TUTTE LE INFORMAZIONI

    Il sottotetto è lo spazio compreso tra il tetto ed il solaio che copre l’ultimo piano. La proprietà dello stesso si determina in base al titolo posseduto eventualmente da uno dei condomini o in base alla funzione cui esso è destinato in concreto.
    Il recupero del sottotetto può essere a solo scopo residenziale ed è consentito negli edifici destinati a residenza per almeno il 25% della superfice lorda complessiva.
    L'intervento di recupero permette la detrazione di tutte quelle spese che garantiscono il contenimento energetico: sostituzione della caldaia con caldaia biomassa o a condensazione, coibentazione delle pareti, installazione dei pannelli solari in copertura, installazione di pompe di calore, riqualificazione energetica globale dell’edificio, sostituzione di serramenti a taglio termico.

    • Sottotetto di proprietà comune condominiale: è obbligatorio stipulare un atto di cessione o acquisto tra i condomini e l'acquirente attraverso una delibera assembleare. Ogni singolo condomino proprietario ha diritto all’indennizzo della parte ceduta in base al valore commerciale determinato attraverso una perizia asseverata da un professionista abilitato.
    • Sottotetto di proprietà di uno dei condomini: il recupero a spese del proprietario non comporta l'insorgere di alcun diritto negli altri condomini ed ogni spesa relativa graverà esclusivamente sul proprietario.
    • Sottotetto destinato esclusivamente a servire da protezione all’appartamento dell’ultimo piano: esso ne costituisce pertinenza e deve perciò considerarsi di proprietà esclusiva del proprietario dell’ultimo piano.

    Scopri i nostri servizi e contattaci per informazioni e preventivi.

  • 1: PROGETTO PRELIMINARE, STIMA DEI COSTI E FATTIBILITA'

    sottetti pratiche facili

    La prima fase consiste nella redazione del progetto. Dopo aver raccolto le esigenze del cliente i nostri professionisti proporranno una serie di soluzioni che permettano di sfruttare al meglio i nuovi spazi secondo le esigenze specifiche di ogni cliente. E' la soluzione immediata per avere una stima dei costi, il controllo sulla fattibilità del recupero ed un progetto preliminare per chiarire eventuali problematiche di carattere tecnico.

  • 2: PERMESSI COMUNALI E PRATICHE CATASTALI

    Una volta deciso il progetto e definito il preventivo di spesa è necessario redigere una serie di pratiche con cui si comunica agli organi competenti (comune e catasto) la propria intenzione a realizzare gli interventi e si richiede l'autorizzazione edilizia:

    • CIL CILA CIA / SCIA E' una pratica presentata al comune da parte di un tecnico abilitato in cui vengono descritte, disegnate e sottoscritte le opere che si intendono effettuare sull'immobile. Leggi di più
    • VARIAZIONE CATASTALE Entro 30 giorni dalla fine dei lavori è necessario comunicare al catasto l'avvenuta variazione della disposizione planimetrica dell'immobile. Leggi di più
    • DETRAZIONI FISCALI Sono pratiche necessarie alla richiesta di detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute sia per i costi dell'impresa che per le spese tecniche dei professionisti. Leggi di più

  • 3: REALIZZAZIONE E DIREZIONE DEI LAVORI

    Ottenuta l'autorizzazione edilizia è possibile iniziare i lavori. Per effettuare i lavori sono necessarie due figure:

    • IMPRESA DI COSTRUZIONI: E' la struttura, composta da artigiani qualificati, che realizza fisicamente i lavori sulle murature, sui serramenti e sugli impianti.
    • DIRETTORE DEI LAVORI: E' un tecnico abilitato che controlla che l'esecuzione dei lavori avvenga secondo la regola dell'arte e che le opere siano conformi alle autorizzazioni edilizie richieste. E' il responsabile dei lavori. Leggi di più